7 NOV 2016 

Rientro con vittoria nel GT Open per Kessel Racing: Earle-Perel subito sul gradino più alto del podio tra gli “AM” a Barcellona.

International GT Open

Quella di Barcellona è storicamente una pista amica per Kessel Racing. Proprio al Montmelò nel 2009 prese il via una serie di quattro stagioni vincenti nel GT Open con il successo di Broniszewski –Peter, seguiti nel 2010 da Marco Frezza, poi nel 2011 da Bontempelli-Gattuso e nel 2012 con Zampieri-Dalle Stelle. Quella di Barcellona è anche una delle piste più impegnative dell’intero panorama del motorsport internazionale, teatro non a caso dei test “pre-stagione” della F1, ma anche palcoscenico ideale di tutte le gare dello sport a 4 e a 2 ruote.

Il ritorno nel GT Open
Il GT Open rappresenta uno dei campionati per vetture di classe GT3 più importanti a livello internazionale. Kessel Racing se ne è aggiudicate quattro edizioni consecutive, e nel 2016 ha voluto fare il proprio rientro nella serie in occasione dell’ultimo round stagionale con due vetture affidate agli equipaggi Cadei-De Bernardi iscritti nella classe “PRO-AM”, ed a Earle-Perel tra gli “AM”.

La prima gara disputata sabato sulla distanza dei 70 minuti, ha visto il successo assoluto della Porsche 911 GT3R dell’Attempto Racing con Estre/Terting. Subito sul gradino più alto del podio tra gli “AM” Earle/Perel vincitori di classe davanti a Mauro e Benjamin Ricci con la Mercedes AMG GT3 del Team AKKA, e ad un’altra Porsche 911 GT3 R dell’Attempto Racing con Haring/Aka. Poco fortunata la prova di Di Bernardi e Cadei che hanno perso tempo prezioso ai box durante il cambio pilota per un problema tecnico.

La gara di domenica, atto conclusivo della stagione del GT Open ha visto subito l’ottimo start dei Cadei/De Bernardi giunti sino alla terza posizione assoluta. Un’escursione fuori pista durante un tentativo di attacco e un tamponamento nella seconda fase di gara hanno però spento le speranze di un podio all’equipaggio della vettura “PRO-AM”. A privare del podio Earle/Perel sono state invece le Mercedes dei Team Sports and You e AKKA, che con una inopinata e scorretta manovra alla chicane nel giro conclusivo, hanno messo fuori causa la rossa 458 guidata in quel momento da Earle, il quale dopo il “testa-coda” a cui è stato costretto, ha chiuso comunque in quinta posizione di classe. Nel dopo gara, l’intervento della direzione gara ha penalizzato la vettura del Team Sports And You, facendo guadagnare alla Ferrari la quarta posizione finale, ma il danno resta.

Concluso il fine settimana di Barcellona, la stagione di Kessel Racing non si esaurisce, ma vivrà un altro appassionante capitolo a Daytona, teatro delle gare delle Finali Mondiali del Ferrari Challenge dall’1 al 4 dicembre.

RONNIE KESSEL (Team Principal): “Tornare a gareggiare a Barcellona fa sempre piacere, la pista è bellissima, il clima gradevole. Il GT Open nel passato ci ha regalato momenti importantissimi e grandi gioie. E’ stato bello tornare a gareggiarci proprio a Barcellona. Il team ha fatto come sempre il massimo e le prestazioni delle vetture si sono viste. Fantastici Earle-Perel con la vittoria di sabato e solo una manovra scorretta da parte di altri poteva togliere loro la gioia del podio in gara due. Sempre in battaglia De Bernardi e Cadei, peccato per quegli episodi che hanno tolto loro la possibilità di lottare sino all’ultimo per le posizioni importanti, ma bravi comunque.”

Guarda la gallery
Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie di profilazione.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra Cookie policy       Autorizzo